Skip to content

Pendenza tubi scarico bagno


  1. Ristrutturazione spostare cucina
  2. ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD
  3. Discussioni simili

Le tubazioni dello. Avete mai considerato l'importanza della pendenza del vostro scarico? Si tratta di un elemento essenziale potenziali problemi con il vostro wc. Ecco cosa sapere. Quando si ristruttura il bagno, soprattutto nelle abitazioni di vecchia Ovunque decidi di spostare il wc, infatti, la pendenza dello scarico deve rimanere sopra il tubo di scarico lungo tutto il percorso fino alla colonna di scarico principale. Come funzionano gli scarichi di bagni e cucina? In realtà, tali tubi non sono perfettamente orizzontali, ma hanno una limitata pendenza. L'apparecchio va inserito tra wc e tubo di scarico, che può avere un diametro anche.

Nome: pendenza tubi scarico bagno
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 32.34 Megabytes

Sanitari e grandi elettrodomestici oggi si possono installare ovunque in casa. Si tratta dei nuovi trituratori, che si rivelano utili per evacuare le acque di scarico del wc e oggi anche di interi bagni e cucine, quando la colonna fognaria sia distante o si trovi a un livello superiore.

Dopo aver lacerato gli scarti senza alcun prodotto chimico, in modo da essere compatibile anche con la fossa biologica. I nuovi trituratori in aggiunta a funzionalità potenziate — manutenzione semplificata, silenziosità, durata nel tempo — garantiscono anche una estetica migliore: compatti e gradevoli se lasciati a vista, sono ormai disponibili anche in versione a incasso, da celare in un muretto dietro al vaso, e per sanitari sospesi.

In questo modo non si deve rinunciare alla praticità di avere un secondo bagno elegante, senza gravose opere murarie quando la braga principale non sia nelle strette vicinanze.

Anche i tubi di scarico possono essere lasciati a vista in caso si tratti di bagni di servizio o di lavanderie o semplicemente nascosti con un tamponamento ad hoc o dietro agli arredi, se non si voglia murarli. E cominciano ad apparire sul mercato anche le prime pompe, di dimensioni molto ridotte, studiate per lo scarico forzato delle acque acide prodotte dalle nuove caldaie a condensazione, diventate obbligatorie da qualche anno.

Ecco i casi in cui è possibile spostare il wc, le problematiche che comportano e le possibili soluzioni.

Spostare il wc sulla stessa parete del bagno Se devi spostare il wc di 1, 2 o più metri sulla stessa parete, esistono due soluzioni possibili: Installare un wc con scarico a parete. Nel caso in cui lo spessore non sia sufficiente, occorrerà creare una controparete. Installare un trituratore.

Il collettore tra wc e scarico principale è detto braga, ed ha uno spessore minimo, come abbiamo detto, di circa 10 cm. In questo caso bisognerà solo provvedere ad uno spazio adeguato accanto al wc dove alloggiare il trituratore. Fortunatamente, rispetto al passato questi dispositivi sono incorporati nel wc ed anche meno rumorosi. Quale sia la soluzione che scegli, tuttavia, ricordati che dovrai comunque provvedere ad isolare acusticamente la derivazione dello scarico con materiali fonoassorbenti, per rimanere nei 35 decibel consentiti per un ambiente abitativo urbano negli orari notturni.

Spostare il wc sulla parete opposta Anche spostare il wc sulla parete opposta presenta le sue particolari problematiche. Per fare questo, è necessario eventualmente sollevare il nuovo wc di qualche cm per assicurare il giusto dislivello tra lo scarico derivato e la colonna di scarico principale. Oppure un eccessivo sovradimensionamento puo' portare a qualch'altro inconveniente??

I tubi troppo piccoli sono soggetti ad usura più rapida e facile otturazione, tendono andare in pressione e la portata è bassa. All'opposto, tubi troppo grandi tendono ad accumulare sedimenti per via dell'insufficiente risciacquo e anche questa potrà diventare causa di otturazione.

Prima il bidet o il wc? La doccia o la vasca dove la metto? In questa soluzione devi fare attenzione che lo spazio di fronte alla doccia sia sufficientemente largo per passarci agevolmente. Una terza soluzione, che è quella che consente una maggiore ottimazione degli spazi in molti casi, è quella di inserire la doccia nel punto in cui non penseresti mai: sotto la finestra.

Anche in questo caso è una soluzione ottimale per i bagni stretti e lunghi, infatti riesci ad avere una doccia molto ampia larga quanto tutto il bagno e che non da fastidio. I due esempi tipici Naturalmente ci sono moltissimi possibili variabili, e tutto dipende realmente dalla forma e dimensione del tuo bagno, quindi va quasi sempre studiata una soluzione ad hoc.

Questi sono naturalmente tutti consigli pratici ma ricordati che in ogni caso sono la posizione della porta d'ingresso e della fecale a comandare la disposizione dei sanitari: più vicino alla fecale si trova il wc meno problemi avrai. Anche in questo caso un esempio pratico 5.

Ristrutturazione spostare cucina

Si tratta di semplici accorgimenti di tipo ergonomico che ti aiuteranno a definire nei dettagli la disposizione del tuo nuovo bagno.

Il lavandino Quanto è grande un lavandino? Ci sono le misure standard, cioè quelle del classico lavabo in ceramica con la colonna sotto 60 centimetri circa di larghezza per 50 centimetri circa di profondità e ci sono poi le misure di quello che ormai si installa realmente, cioè piani lavabo di design, con le forme e le dimensioni più disparate.

Se il bagno che stai ristrutturando è quello principale della tua casa allora il consiglio è di pensare ad un piano per il lavandino largo circa 90 centimetri e profondo tra i 50 e i 55 centimetri: è sicuramente più comodo.

Per quanto riguarda lo spazio vitale che ci deve essere ai lati ti basta pensare a come utilizzi il lavandino: ti ci metti di fronte. Considerando il lavabo standard è sufficiente lasciare 10 centimetri a sinistra e 10 centimetri a destra del lavandino per permettere un utilizzo ottimale. Se invece vuoi optare per un lavabo di dimensioni più generose puoi tranquillamente ignorare lo spazio necessario ai lati, anzi potresti addirittura addossarlo ad una parete laterale senza problemi.

Il bidet Le dimensioni di quasi tutti i modelli di bidet e wc sono standard: 38 centimetri di larghezza per 55 centimetri di profondità.

Da qui ci si scosta poco, a meno che tu non stia cercando dei sanitari di dimensioni ridotte per un bagno molto piccolo. Per lo spazio necessario ai lati anche in questo caso ti invito a pensare a come usi il bidet: ti ci metti a cavalcioni.

ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

Quindi quando pensi a come metterlo nel tuo bagno devi tenere presente che ti serve, su entrambi i lati, lo spazio sufficiente per mettere le tue gambe: 25 centimetri sono uno spazio più che sufficiente a meno che tu non sia alto 2 metri e non abbia gambe chilometriche. Quindi lo spazio strettamente necessario è quello del wc stesso.

Una cosa a cui devi fare attenzione è lo spazio che ci deve essere di fronte a tutti questi sanitari: lo spazio minimo vitale sono circa 60 centimetri. Se il tuo bagno è stretto puoi provare a cercare sul mercato un modello di wc e bidet di dimensioni ridotte: ce ne sono moltissimi e non sono assolutamente più scomodi di quelli classici.

Discussioni simili

In questo caso non hai problemi di spazio ai lati, anzi se riesci ad addossarla a due pareti contigue è addirittura meglio.

Per la vasca il discorso è simile alla doccia, anche se forse più semplice ancora: assicurati di avere abbastanza spazio per entrarci e il gioco è fatto. Vuoi sapere le dimensioni di una vasca da bagno? Potrei risponderti: qualsiasi dimensione tu voglia. Quella più diffusa nei bagni degli appartamenti è cm x 70cm di larghezza.


Articoli simili:

Categorie post:   Film
  • By Ricci