Skip to content

Scarica reattore lampada


La lampada a scarica è un tipo di lampadina basata sull'emissione luminosa per luminescenza L'alimentatore tradizionale è composto da un induttore (o reattore) e un dispositivo di innesco (starter). L'utilizzo di un induttore consente di​. Era pubblicizzata come una sodio ad alta pressione. Mi è arrivato un reattore per una HPS (sodio) da W, ma la lampada è una HPL da Il reattore e l'accenditore sono indispensabili per l'accensione di lampade a scarica di tipo ioduri metallici o lampade al sodio alta pressione. Per lampade a vapori. Scopri un'ampia gamma di reattori per lampade a scarica dei marchi più alti. Approfitta di: | Prezzi bassi | Spedizione rapida | Garanzia estesa |.

Nome: scarica reattore lampada
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 30.50 MB

September 8, Tanto per sfizio ho aperto uno starter o lampada ad effluvi grazie Remo e devo dire che il contatto è aperto.

Voglio essere più chiaro: La tensione di rete a volt non è sufficiente per innescare a freddo la scarica, per cui occorrono circuiti ausiliari che intervengano all'accensione. Per questo gli elettrodi dei tubi sono spesso costituiti da un filamento con le due estremità riportate su contatti elettrici esterni.

Un dispositivo, lo starter, alimenta i filamenti per breve tempo fino all'innesco della scarica. I filamenti incandescenti emmetono elettroni avviando la ionizzazione del gas. Lo starter è sostanzialmente un interruttore in cui il contatto mobile è costituito da una lamina bimetallica che si deforma riscaldandosi.

Sono costruttivamente composte da un tubo di vetro contenente vapore di mercurio a bassa pressione e rivestito al suo interno con uno strato di polveri fluorescenti fig.

La speciale strato di polvere fluorescente di cui è ricoperto il tubo, investito da tali radiazioni, emette luce visibile fig. La diversità delle polveri fluorescenti permette di ottenere differenti qualità di luce.

In relazione al tipo di polveri fluorescenti utilizzate, che influenzano la qualità di luce emessa, le lampade fluorescenti possono essere ricondotte a due principali famiglie.

Uno degli elementi fondamentali per la qualità della luce emessa è proprio la composizione dei sali fluorescenti utilizzati nel rivestimento del tubo.

Alle estremità del tubo si trovano gli elettrodi costituiti da un filamento di tungsteno, a doppia o tripla spirale, rivestito di particolari sostanze che accentuano la capacità di emettere elettroni. Fra le lampade a catodo preriscaldato sono annoverate anche quelle che impiegano un particolare tipo di reattore chiamato tachistart e rapidstart.

Ad accensione istantanea sono anche le lampade rapidstart che vengono fornite con la striscia metallica già presente oppure, a sostituzione della striscia metallica, con uno strato conduttivo interno al tubo fig. Un altro tipo di lampada fluorescente, sempre a catodo caldo ma che non necessitano di preriscaldamento, sono le fluorescenti a catodo caldo non preriscaldato meglio note col nome commerciale di slimline.

A differenza dei normali tubi fluorescenti, non necessitando di preriscaldamento, anziché con i soliti doppi contatti si presentano con un solo contatto per ogni estremità e devono essere alimentate tramite speciali alimentatori in grado di fornire una tensione di valore più elevato sufficiente ad innescare la scarica.

Sono commercializzate con potenze non molto elevate, presentano una buona vita media non essendo sottoposte a preriscaldamento e sono principalmente impiegate, installate in modanature e superfici sporgenti, per illuminamenti indiretti.

Per questo gli elettrodi dei tubi sono spesso costituiti da un filamento con le due estremità riportate su contatti elettrici esterni.

Un dispositivo, lo starter, alimenta i filamenti per breve tempo fino all'innesco della scarica. I filamenti incandescenti emmetono elettroni avviando la ionizzazione del gas. Lo starter è sostanzialmente un interruttore in cui il contatto mobile è costituito da una lamina bimetallica che si deforma riscaldandosi.

La sequenza di accensione del tubo è la seguente: 1. Inizialmente starter freddo il suo contatto interno è chiuso e i filamenti sono connessi in serie tra loro e in serie al reattore.


Articoli simili:

Categorie post:   Giochi
  • By Ricci