Skip to content

Scarica norma legge 46 90 tubazioni metano gpl


Si applica all' impianto interno cioè alla tubazione a valle del punto di alimentato con pressione maggiore di 40 mbar nel caso del gas metano e 70 mbar 2,0 mbar per i gas della 3A famiglia (GPL) La norma UNI-CIG /​ Installazione dell'impianto interno: edifici Non è consentito scaricare a parete con. “Norme per la sicurezza dell'impiego del gas combustibile”; Per garantire la sicurezza degli impianti, la Legge 46/90, oltre a ribadire la prescrizione UNI “Impianti a GPL per uso domestico non alimentati da rete di distribuzione. UNI EN “Trasporto e distribuzione di gas – Tubazioni di gas negli edifici. METANO. GPL. Presentazione. Il Ministero dell'Interno - Dipartimento dei Vigili del. Fuoco del Soccorso La direttiva comunitaria 90//CE prescrive che gli apparecchi a gas La Legge 5 Marzo N. 46 “Norme per la sicurezza degli impianti” invece collegati all'impianto del gas con uno speciale tubo flessibile in. Introduzione: la legge n. 46/ Fac-simile della “Dichiarazione di conformità dell'​impianto Tubazioni a valle del contatore Elenco norme UNI citate nel testo e altre norme importanti distribuiti in Italia (gas naturale o metano e gas in bombole o GPL) danno come prodotti scaricare i fumi all'esterno senza un condotto.

Nome: scarica norma legge 46 90 tubazioni metano gpl
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 40.27 Megabytes

È un combustibile di tipo fossile infiammabile e quindi bisogna evitare ogni fuga di gas. Le ragioni del suo successo si individuano nella comodità di utilizzo, infatti basta aprire un rubinetto e la sua energia è pronta, e nella qualità della combustione in quanto gli apparecchi a gas necessitano di poca manutenzione e danno luogo ad una combustione a basso livello di inquinamento. Gli impianti a gas devono essere realizzati in conformità alle norme tecniche UNI-CIG organismi formati da tecnici esperti del settore.

Al termine della verifica la ditta deve rilasciare la scheda di verifica prevista dalla normativa vigente. Dispositivi di sorveglianza di fiamma — Tutti gli apparecchi devono essere dotati di dispositivi di sorveglianza di fiamma per bloccare la fuoriuscita del gas in caso di spegnimento.

Tenuta degli impianti — Gli impianti di adduzione del gas combustibile devono essere a tenuta non ci devono essere dispersioni di gas.

Abbiamo scelto un impianto del tipo tradizionale, cioè quello a termosifoni, ma in seguito avremo modo di affrontare anche altri tipi di impianti che hanno preso voga in questi ultimi decenni.

Quindi noi spiegheremo per sommi capi i punti essenziali di questo impianto, ma rimane fermo che chi lo vuole realizzare deve rivolgersi a ditta specializzata. La caldaia che noi abbiamo previsto in cucina K è del tipo murale, a gas metano, ma potrebbe benissimo essere anche a gas GPL, per le case in campagna dove non arriva la metanizzazione.

La modifica della caldaia da GPL a Metano e viceversa avviene solo sostituendo degli ugelli interni. Abbiamo scelto questa marca perchè la conosciamo.

Messa in servizio dell'impianto e degli apparecchi di utilizzazione Messa in servizio dell'impianto Messa in servizio degli apparecchi di utilizzazione Controllo e manutenzione periodica dell'impianto Verifica e pulizia della tubazione..

Info su Andrea Lotti

Manovrabilita' dei rubinetti dell'impianto Tubo flessibile Aperture di ventilazione Modifica ed ampliamento degli impianti Ventilazione dei locali Volumi di aria Afflusso dell'aria Apparecchi stagni Apparecchi non collegati a un condotto di scarico Ventilazione naturale diretta Aperture su pareti esterne del locale da ventilare Condotti di ventilazione Ventilazione naturale indiretta Evacuazione aria viziata Scarico dei prodotti della combustione Apparecchi di tipo A Apparecchi di tipo B a tiraggio naturale Scarico diretto all'esterno Apparecchi di tipo B a tiraggio forzato Evacuazione dei prodotti della combustione Apparecchi di tipo C a tiraggio naturale Apparecchi di tipo C a tiraggio forzato Scarico dei prodotti della combustione di apparecchi a tiraggio sia naturale che forzato entro spazi chiusi a cielo libero E' importante pertanto che gli utenti delle stesse si accertino di essere in possesso dell'ultima edizione o foglio di aggiornamento.

Generalita'1 1.

Scopo La presente norma ha lo scopo di fissare i criteri per la progettazione, l'installazione, la messa in servizio e la manutenzione degli impianti domestici e similari per l'utilizzazione dei gas combustibili distribuiti per mezzo di canalizzazioni. Nota 1 - La progettazione, l'installazione, la messa in servizio e la manutenzione degli impianti oggetto della presente norma devono essere eseguite da personale qualificato.

Impianti a gas per uso domestico.

Impianti interni 2. Dimensionamento dell'impianto 2.

Generalita' Le sezioni delle tubazioni costituenti l'impianto vedi appendice A devono essere tali da garantire una fornitura di gas sufficiente a coprire la massima richiesta, limitando la perdita di pressione fra il contatore e qualsiasi apparecchio di utilizzazione a valori non maggiori di: 0,5 mbar per i gas della 1a famiglia gas manifatturato 1,0 mbar per i gas della 2a famiglia gas naturale 2,0 mbar per i gas della 3a famiglia GPL Qualora a monte del contatore sia installato un regolatore di pressione, si ammettono perdite di carico doppie di quelle sopra riportate.

Determinazione della portata in volume La portata di gas necessaria per alimentare ogni apparecchio deve essere rilevata in base alle indicazioni fornite dal suo costruttore.

Materiali 2. Tubazioni Le tubazioni che costituiscono la parte fissa degli impianti possono essere di: - acciaio - rame - polietilene 2. Tubi di acciaio I tubi di acciaio possono essere senza saldatura oppure con saldatura longitudinale e devono avere caratteristiche qualitative e dimensionali non minori di quelle prescritte dalla norma UNI , serie leggera.

Potrebbe piacerti:LEGGE CARICO E SCARICO MERCI

Articoli simili:

Categorie post:   Internet
  • By Ricci