Skip to content

Dei carboidrato prima gara body building scaricare


  1. I limiti di crescita muscolare e definizione nel natural body building
  2. Preparazione Bodybuilding Natural - Alimentazione
  3. utilizzare la scarica di carboidrati per ricaricare il corpo di glicogeno ed energia

Con l'evolversi del bodybuilding oltre a puntare l'attenzione all'aumento delle masse di carboidrati), non bere acqua o ore di aerobica poco prima di una gara, che gli atleti tengano nella dieta i carboidrati anche nel periodo di scarica e li. come è bene comportarsi per la ricarica nel contesto del bodybuilding. Nei 3 giorni di scarica occorre ridurre progressivamente i carboidrati, di grasso corporeo desiderata almeno una settimana prima della gara. Qesto articolo analizza gli ultimi sette giorni prima di una gara e dovrebbe fornire definito e vascolarizzato a un gruppo di giudici in una gara di bodybuilding. Tuttavia, può succedere che a causa della dieta povera di carboidrati delle ultime . cool2: A PARTIRE DA 9 GIORNI PRIMA DELLA COMPETIZIONE SI Il Forum del Body Building & Fitness - Powered by vBulletin GRAMMI DI PROTEINE,0,4 GRAMMI DI CARBOIDRATI,POCO PIU' DI 50 MG DI SODIO.

Nome: dei carboidrato prima gara body building scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 55.49 MB

Anche se l'atleta è obeso o leggermente sovrappeso, questo approccio non prevede una dieta iniziale per perdere massa grassa con una riduzione delle calorie. Al contrario, prevede di mangiare di più e determinati alimenti insieme all'allenamento fisico per "fare massa" aumentare i muscoli , e poi una successiva fase di definizione: non si tratta solo di aumentare le calorie introdotte, ma di una dieta organizzata su numerosi piccoli pasti e su alimenti che favoriscono la produzione di ormoni e l'accumulo di proteine nei muscoli.

Il culturismo ha cominciato ad assumere le connotazioni attuali non solo dimostrazioni circensi di forza bruta, ma anche estetica del corpo e dei muscoli a partire dalla fine del XIX secolo in Europa. Uno dei pionieri fu l'atleta di origine prussiana Eugen Sandow nato nel che si rese celebre per delle dimostrazioni itineranti in Francia, Regno Unito e Stati Uniti [1].

Altri pionieri del culturismo furono il francese Georges Hébert , George Hackenschmidt , Edmond Desbonnet e Earle Liederman autore dei primi trattati sull'argomento negli anni 20 [2].

La trasformazione sarà spettacolare. Uno dei segreti del pluricampione Lee Haney, come ci ha confidato nel suo recente soggiorno in Italia, è stato proprio il suo approccio scientifico alla gara con il metodo della ricarica. Ma vediamo ora nei dettagli come è bene comportarsi per la ricarica nel contesto del bodybuilding. In pratica fate almeno 20 set di 20 ripetizioni per gruppo: si dovrà cioè intraprendere una quantità di lavoro superiore a quella cui si è abituati, per ottenere una supercompensazione.

In questo particolare periodo è meglio non allenare gli addominali, per non favorirne una ricarica col risultato di ingrossare la vita.

Ma quanti carboidrati occorre mangiare per una ricarica ottimale? Occorre aggiungere poi quelli necessari per il metabolismo basale e per un minimo di movimenti, cioè grosso modo altre calorie al giorno. Alle calorie dei carboidrati aggiungeremo quelle delle proteine, 1 gr per chilo di peso: una quota maggiore in questa fase non è certo necessaria il soggetto non si allena e la massa muscolare ormai è quella che è , ed ogni eventuale eccesso sarà trasformato in grasso.

Naturalmente non bisognerà assolutamente limitarsi dal bere durante i giorni di scarica, in quanto si rischierebbe di disidratarsi per la sudorazione causata dai severi allenamenti e per il naturale effetto diuretico di una dieta poveri di carboidrati. In realtà una risposta precisa a queste domande esiste, ma solo grazie ad una attenta analisi della fisiologia umana.

Ed è stato con molto piacere che ho appreso dal nostro amico Lee come questo approccio scientifico è da anni usato anche in California almeno dai campioni. Piccoli eccessi nel bilancio idrico possono comunque essere corretti con vari metodi naturali.

Io personalmente preferisco bere la quantità di acqua calcolata o qualcosa in più, e se poi le analisi ultrasoniche che ho la fortuna di poter effettuare con facilità mi informano che ho ottenuto troppa acqua nel sottocute, allora faccio una sauna per eliminare questo surplus.

Vedete che non è dunque il caso di tentare di perdere acqua con una corsa o con altre attività fisiche, perché questa perdita sarebbe per la maggior parte dovuta alla scissione del glicogeno, vanificando in parte i benefici della ricarica.

I limiti di crescita muscolare e definizione nel natural body building

Fra questi particolare importanza assume il potassio, di cui ci sarà un aumentato fabbisogno, dato che nella ricarica esso entra nella cellula muscolare insieme al glicogeno. Frutta e verdura, ed in minor misura pasta e pane, sono tra i cibi ricchi di potassio utilizzabili nella fase della ricarica.

Anche la quota di potassio totale da ingerire nei 3 giorni della ricarica va opportunamente calcolata, in rapporto a quella di carboidrati: ometto per brevità tutti i presupposti fisiologici, ricordando comunque che occorrerà introdurne circa 30 miliequivalenti per gr di carboidrati utilizzati ai fini di ricarica. Riguardo al tento deprecato sodio, ricordo che il suo apporto deve essere strettamente calcolato, in quanto un eccesso tenderà a richiamare acqua nel sottocutaneo è un minerale tipicamente extracellulare.

Un suo difetto invece, causerà crampi che, inutile dirlo, pregiudicherebbero completamente il vostro posedown. Importante è infine il fosforo, che nella fase di ricarica viene captato attivamente dalle cellule muscolari per formare composti energetici: di qui il rischio di una ipofosforemia calo del fosforo nel sangue che si manifesterà con segni neurologici e muscolari ansia, irritabilità, calo della forza e dei riflessi , tutti egualmente disastrosi per un culturista in gara.

Primo fra tutti la scarsa tolleranza digestiva. E' un argomento spesso fonte di discussione in palestra, in quanto c'è chi lo decanta e chi lo contesta, in questo articolo vedremo di capirlo meglio.

Nei giorni di scarica ci saranno pochi carboidrati nell'alimentazione, mentre nei giorni di carica ci sarà un'apporto più elevato. I giorni a basso contenuto di carboidrati contribuiranno alla perdita di peso e alla sensibilità all'insulina.

E' noto che abbassare l'assunzione di carboidrati aumenta la sensibilità all'insulina , che è associata ad una migliore composizione corporea.

Preparazione Bodybuilding Natural - Alimentazione

L'insulina è responsabile del trasportare i mattoni nel sito di costruzione. In questi giorni aumenta anche la leptina, l'ormone che impedisce di essere affamato.

Questi due effetti impediscono ai giorni a basso tenore di carboidrati di arrestare il metabolismo, portando l'individuo ad abbuffarsi di cibo.

Il motivo principale è quello di impoverire completamente i muscoli di glicogeno.

utilizzare la scarica di carboidrati per ricaricare il corpo di glicogeno ed energia

Non è semplice adottare un piano alimentare di scarica e carica dei carboidrati, bisogna partire con calma e con un avanzamento della dieta graduale. Le prime 4 settimane serviranno all'individuo a regolamentare la propria alimentazione, consiglamo regimi semplici, facili da eseguire e ricordare.

Le uova sono tra i cibi più sani che possiamo mangiare.

Quando si tratta di perdere peso, non tutti gli alimenti sono uguali. Alcuni alimenti possono aumentare la quantità di calorie bruciate, diminuire il vostro appetito, o entrambi.

I personal trainer sono atleti avanzati, magari anabolizzati? Questa è una credenza popolare anni 90 che in questo post sarà smentita.


Articoli simili:

Categorie post:   Sistema
  • By Ricci