Skip to content

Software archos av 400 20gb scaricare


  1. Description:
  2. Indice Completo COMPUTER IDEA
  3. ITALIANI CHE USANO QUESTO PROGRAMMA

Il 20 gb è il più abbordabile, a euro si trova l'80 stà a più di euro . tipo . Ho tra le mani un Archos AV del papà di un mio amico. .. Ovviamente basta virtualdub o il programma di archos (che usa virtualdub) per . di preciso, puoi scaricare manuali, firmware e tutto quello che ti serve!. Le versioni più recenti del software e della guida per questo prodotto possono essere scaricate Arresto di Gmini e funzioni di risparmio energetico. 8. Le versioni più recenti del software e della guida per questo prodotto . Scaricare legalmente file video o musicali dagli store online compatibili Spinotto a connessione multipla – per cuffie, cavo AV o telecomando FM date_Gmini .. 20 GB*. Archiviare fino a 80 ore di video1, foto1 o canzoni1. Capacity: 20GB " Hard Disk - Store up to hours of music, , photos or 80 hours of MPEG-4 videos*. AV connections: Stereo analog Line In (via adapter included). Scalability: Download firmware updates from rajaqq.club com Per quanto riguarda invece il software, direttamente sull'HD del Gmini, che.

Nome: software archos av 400 20gb scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 33.68 Megabytes

Nati per giocare Pulizie di primavera La borsa corre sul filo Mp3: si cambia musica! DVD: ma lo voglio? Guarda che scheda! Il concerto in rete L'arte di masterizzare Tra i gorghi della rete A prova di famiglia Via col….. E la foto è pronta!

Ltd,hdd player tech developper,only we can offer the lowest price and best quality,also we are professional computer parts vendor. MSN: liujunyong hotmail. Non per me. Tante mediacenter, hard disk multimediali, DVD Kiss […]. Io cercavo un hard disk multimediale con oltre a leggere potesse anche scrivere e registrare i programmi dalla TV. Ce ne sono in commercio? Possibilmente con la wirless? Io avevo visto un prodotto del genere ma nona veva la wirless. Mi fate sapere?

Salve, io ho acquistato tempo fa un magnex dmp ed è una delle mie migliori spese. Ora i tempi avanzano e la tecnologia va avanti… Arrivano gli HD e di conseguenza file con estenzione. Visto che ormai in tanti hanno un lcd HDready a casa e questi file hanno una definizione stupenda, qualcuno saprebbe dirmi se esiste oggi un Hard Disk Multimediale che supporti gli mkv oppure anche solo. X visto che il.

Ringrazio anticipatamente e credo che questo quesito interessa a molta gente, grazie e buon proseguimento. Sapete dove trovare un firmware aggiornato? Ho acquistato un box esterno 2. Sapete dove posso trovare nuovi Firmware anche non ufficiali? Grazie mille a chi riuscirà a rispondermi!

Description:

Con queste caratteristiche non ne conosco. È possibile anche accedere ai contenuti archiviati sul PC, grazie a un telecomando dotato di tastiera e puntatore. Grazie alla sua capacità di memoria permette di archiviare fino a ore di video. Grazie alla connessione WiFi, il dispositivo consente di navigare in Internet sullo schermo della TV utilizzando il plug-in Web Browser.

Fino adesso ne ho provato uno ma fa la funzione random lo fa solo sulla singola cartellina. Ho il sospetto che si surriscaldi e vada in blocco. Non riesco a trovare nessun firmware aggiornato in rete… qualche suggerimento? Come va? Funziona bene? Non sono mai riuscito a leggere nessun file!! Spesso si incastra e devo spegnerlo e riaccenderlo.

Canon ed Epson erano, in- vece già alla stampa in 6 colori. Epson è addirittura arrivata a 7 colori già un paio di anni fa con la , stampante professio- nale in formato A3 che univa ai soliti 6 colori nero, magenta, ciano, giallo, magenta light e ciano light anche un grigio. So- lo lo scorso anno HP ha iniziato a produrre stampanti a 6 colori, che in realtà sono state solo il preludio alla vera novità: la stampa a 8 colori.

La costa infatti solo euro, un prezzo che la ren- de abbordabile per la maggio- ranza degli utenti. Il settimo in- chiostro è un grigio, come nel caso di Epson, e l'ottavo è un grigio ancora più chiaro. Que- sto rende la ideale anche per la stampa ad altissima qua- lità di foto in bianco e nero e au- menta le possibilità di sfumatu- re anche nella stampa a colori. Alla qualità degli 8 inchiostri la unisce la versatilità di un ampio display a colori e di slot per tutti i formati di schede di memoria, che uniti ai nume- rosi tasti funzione consentono di stampare foto senza collega- mento al computer, con sup- porto Exif Print 2.

In questo modo il sistema colore supera anche quello della Epson , che aveva un solo grigio, mentre qui i grigi sono due, di intensità diversa. È giusto ricordare che le normali immagini bitmap a 24 bit hanno 16 milioni di colori, ma solo livelli di grigio a disposizione.

Per di più i nuovi inchiostri grigi hanno un peso notevole anche nella stampa a colori: producono un contrasto superiore, migliorano la profondità delle immagini, rendono più neutri i colori evitando i viraggi nelle ombre e consentono nuove combinazioni nel sistema PhotoRET con il quale HP sovrappone più gocce di colore: da 1,2 milioni di sfumature del PhotoRET IV 6 inchiostri siamo ora ai 73 milioni di combinazioni del PhotoRET Pro a 8 inchiostri. Queste possono essere inserite negli slot presenti sotto un coperchio protettivo.

Le foto da stampare possono essere anche selezionate annerendo dei riquadri in un "foglio indice", che, reinserito nella stampante, verrà letto da un sensore. Inoltre la supporta anche Exif Print 2. Queste ultime, spesso usate dai fotografi per motivi artistici, vengono addirittura riprodotte meglio di molti sistemi di sviluppo e stampa professionali: sono assolutamente neutre, potendo utilizzare migliaia di sfumature di vero grigio, mentre con le altre inkjet fotografiche le sfumature di grigio sono solo 16, cosa che richiede l'uso di combinazioni di inchiostri colorati provocando sempre un viraggio leggera "colorazione" del grigio , che nel caso di Canon ed Epson è verso il blu.

Tornando al colore, i due inchiostri grigi sono di grande aiuto. Migliorano di molto il contrasto delle immagini, la profondità delle ombre ed il dettaglio delle forme. Le foto prodotte sono di qualità ai vertici assoluti: rispetto alla Epson , leader della categoria, sono leggermente migliori come contrasto, pari come resa dei colori, ed inferiori solo nel dithering, che nella Epson è praticamente invisibile.

È anche possibile memorizzare preset utente, in modo da non dover effettuare di nuovo le regolazioni per un tipo di stampa ricorrente. Il driver comprende anche la visualizzazione grafica in tempo reale del livello dell'inchiostro nelle 3 cartucce montate. La vera novità è l'introduzione nel software delle opzioni per la stampa senza bordi: a differenza di altri produttori, ad esempio Epson, che consente questo tipo di stampa solo da un software a parte, l'opzione borderless è presente direttamente nel driver, e di uso immediato.

Foto Vel. PPM Vel. PPM Autonomia pag. La velocità di stampa fotografica è appannaggio assoluto di Canon, mentre con i testi e le pagine miste primeggia Epson. L 'autonomia è notevole per tutti i modelli, con Epson prima della classe seguita da Canon ed infine HP.

HP ha un costo per copia maggiore ma a differenza di Canon ed Epson ha cartucce che comprendono anche una nuova testina di stampa. La rumorosità è contenuta per HP e Canon, elevata per la Epson Tra que- sti, Logitech presenta alcuni interessanti joystick. I quattro grilletti e i sei pulsanti danno ai giocatori il giusto assetto per do- minare facilmente la gara. Questo game- pad offre una con- nessione USB e vie- ne venduto con il Logitech Gaming Software per PC che com- prende GameSpy Arcade, per accrescere l'emozione dell'ori line gaming, e Roger Wilco, una chat vocale che consente ai giocatori di comunicare du- rante i giochi on line.

Altra no- vità è il Logitech Extreme 3D PRO, nuovissimo joystick che unisce alle caratteristiche più apprezzate dai giocatori un ac- cattivante design. Per accede- re facilmente, e rapidamente, ai comandi multipli dei giochi attuali, il joystick ha dodici pul- santi posizionati in modo da garantire il massimo comfort e praticità. Le printer, realizzate a seguito di un re- cente accordo con Lexmark, vanno da una entry level a get- to d'inchiostro, per passare a due modelli all-in-one fino a giungere a quattro modelli la- ser monocromatiche.

I due modelli all- in-one A e A stampa- no, effettuano copie e scansio- ni. Entrambi hanno una risolu- zione di x per la stam- pa e DPI per la scansione. Il primo modello raggiunge le 14 PPM in bianco e ne- ro e 8 pagine a colo- ri.

La A tocca in- vece le 1 7 pagine in bianco e nero e fino a 14 PPM a colori. Le due stampanti sono vendute a 95 euro A e euro A Dispone di un sensore CCD da 4,07 Mpixel e di uno zoom 3x, sia ottico sia digi- tale. Beneficiando della tec- nologia Epson PhotoPC Engi- ne integrata si possono stampare foto senza l'uso di un personal computer in- terfacciando la stessa foto- camera con alcune delle stampanti Epson della fami- glia Stylus Photo.

Grazie a una collaborazione con Di- sney, Epson offre esclusive cornici con i personaggi dei cartoni: sfruttando il software Epson Print Image Framer, queste potranno fa- re da sfondo, o da cornice appunto, alle proprie foto Epson PhotoPC L è una delle fotocamere digitali più complete e compatte della sua categoria.

Per semplifi- carne ancora di più l'uso, di- spone di un display LCD da 1,5" ad alta definizione per inquadrare le scene prima dello scatto o rivedere le fo- to appena realizzate. L'e- sclusiva tecnologia Epson Print Image Matching II ga- rantisce che le impostazioni scelte per la fotocamera sia- no accuratamente riprodot- te nella stampa finale. Per la massima flessibilità e con- venienza, il sistema d'ali- mentazione di Epson Pho- toPC consente di scattare ben foto con pile stilo AA standard prima di do- verle sostituire o ricaricare.

La nuova proposta di Epson ha in dotazione una me- mory card SD da 16 MB per salvare fino a fotografie con risoluzione standard.

Il case metallizzato della foto- camera è leggero ma robu- sto, perfetto per chi viaggia, e fa di Epson PhotoPC L un'ottima fotocamera com- patta ed elegante. Prezzo in- dicativo: euro. I pro- getti presentati saranno tutti interamente realizzati utilizzando gli applicativi Ado- be. Ecco perché l'importante iniziativa di formazione e di aggiornamento permet- terà di toccare con mano non solo il nuo- vo Premiere Pro e After Effects 7, per il compositing, ma anche Audition, per edi- ting audio, e la novità assoluta Encore DVD, per l'authoring di DVD.

Gli applicati- vi Adobe saranno fatti girare su PC e work- station equipaggiati con scheda di editing video RT. X Xtreme Pro e la scheda grafica P Ovviamente questi incontri sono imperdibili per i professioni dell'im- magine digitale, del video o dell'audio o per chi lavora in studi di registrazione o stazioni televisive. Innanzi tutto i due nuovi videofonini: il Nec e e il Motorola A che offriranno videochiamata e videomessaggi in alta risoluzione, sistema AGPS per i servizi di localizzazione, funzionalità GPRS e vivavoce integrato.

Il modello Nec e oltre al doppio display comprende anche un sistema d'illuminazione per riprese video anche nelle ore notturne. Il videofonino di Motorola permette invece di attivare la videochiamata, scattare foto e registrare video premendo un tasto dedicato. Per quanto riguarda il piano tariffario, 3 regalerà con la formula del comodato d'uso un videofonino di ultima generazione, che sarà cambiato in media ogni 14 mesi.

In caso questa soglia non venga raggiunta è previsto comunque un addebito di 30 euro, oltre al traffico generato. Nei mesi di ottobre e novembre, in concomitanza del lancio dell'offerta, il raggiungimento della soglia non verrà calcolato, per permettere agli utenti di prendere dimestichezza con il sistema.

Con le prime due si ha il terminale in regalo è prevista una quota di adesione una tantum che fino al 31 ottobre è di 99 euro, poi passerà a mentre le altre due sono riservate a chi preferisce acquistare il telefono.

In questo caso non c'è quota di adesione, non è prevista la sostituzione del videofonino ma raggiunti i 30 euro al mese si avrà una ricarica omaggio da 30 euro o uno sconto di 30 euro sul proprio conto telefonico. La tariffa è unica per tutte le opzioni: le chiamate voce costeranno 15 centesimi al minuto per le chiamate verso 3 e la rete fissa.

A tutte le videochiamate viene applicato lo scatto alla risposta di 15 centesimi. SMS e videomessaggi costeranno rispettivamente 15 e 55 centesimi. Interessanti le prestazioni nel multimediale Dopo aver presentato la scorsa primavera Opte- ron, processore per ser- ver, AMD rilancia e annuncia la famiglia di Athlon 64 per desk- top in due versioni, normale e Fx e per notebook di fascia al- ta. La piattaforma hardware è dunque disponibile.

Resta da verificare come e quando le software house metteranno in commercio i programmi svilup- pati appositamente per sfrutta- re appieno i 64 bit. Top di gamma dedicato ai de- sktop di fascia alta e alle work- station grafiche o di editing vi- deo è il modello FX, che è anche al centro della nostra prova nei PC Open Labs.

Nonostante il nome assai si- mile, Athlon 64 FX e Athlon 64 sono due prodotti diversi e in- compatibili. Come si nota dalla tabella, il primo ha un diverso package, piedini contro , e il con- troller di memoria integrato è a bit rispetto a 64 bit. Il prez- zo infine è degno di una fuori- serie: dollari contro per un lotto di 1. Quasi a voler anticipare que- sto annuncio, ricordiamo è av- venuta di recente la presenta- zione del nuovo Pentium 4 con una cache di terzo livello di 2 MB, che testeremo presto nei nostri laboratori.

Le piattaforme esistenti e quelle in preparazione L'unico chipset che supporta l'Athlon 64 FX è l'Nvidia Nfor- ce3 e, almeno nel breve perio- do, non ne sono previsti altri. Di solito il termine chipset designa un gruppo di chip ma non è questo il caso dell'Nfor- ce3 che concentra tutte le fun- zioni in un singolo chip, incluso un controller Raid Serial ATA ed EIDE. Gli altri produttori seguiranno a ruota.

Più nutrito il numero di chi- pset indirizzati all'Athlon Per quanto riguarda le schede madri per Athlon 64, ogni produttore ne ha al- meno una in listino o l'avrà a breve. Nel computer fornitoci da AMD ne era presente un'edizio- ne preliminare quasi perfetta- mente funzionante. HyperTransport e Cool and Quiet Processore e chipset comu- nicano tra loro tramite Hyper- Transport, un doppio bus seria- le unidirezionale a 16 bit con una frequenza di funzionamen- to di MHz. Il protocollo di trasmissione prevede la segmentazione dei dati in pacchetti dalla dimen- sione massima di 64 byte.

Un particolare interessante di HyperTransport è la topolo- gia flessibile che gli permette di essere collegato facilmente, tra- mite un dispositivo intermedio bridge , alle più diffuse tecno- logie di input e output esistenti: AGP 8X, firewire, USB, PCI Ex- press, Gigabit Ethernet per ci- tare le più note. Per l'Athlon 64, AMD ha svi- luppato la tecnologia Cool and Quiet, un sistema di riduzione del consumo di energia durante i momenti di inattività o di bas- so utilizzo delle risorse del pro- cessore e che regola la velocità di rotazione delle ventole in ba- se alle esigenze di dissipazione termica.

Il beneficio principale di Cool and Quiet è la riduzione del rumore generato dallo spo- stamento d'aria mossa dalle pa- le delle ventole, creando un am- biente di lavoro più silenzioso. Per ora AMD non richiede l'implementazione di questa tecnologia che sarà obbligato- ria sulle schede madri a partire Anche Apple elabora a 64 bit Risale a giugno l'interessante annuncio del G5 per gli appassionati e i professionisti che usano computer Macintosh.

Inoltre è in grado di gestire simultaneamente istruzioni, rispetto alle 16 del predecessore G4. Tutti i prodotti con il nuovo processore integrano Bluetooth, Wireless Lan Come funziona l'elaborazione a 64 bit Di elaborazione a 64 bit se ne parla da tempo come il prossi- mo rilevante passo tecnologico nel mondo del personal com- puter.

In generale lavorare a 64 bit significa avere una superiore potenza di calcolo e una mag- giore disponibilità di risorse. Gli attuali processori a 64 bit, come l'Intel Itanium, utilizzano un emulatore per farle funzio- nare, tuttavia l'emulatore ri- chiede delle risorse addizionali che causano un rallentamento nella loro esecuzione.

La campagna di marketing per il processore verte proprio su questa capacità, presentandolo come un processore pronto per i futuri vantaggi del 64 bit e allo stesso tempo non penalizzante per le applicazioni a 32 bit. Un altro punto problematico per la diffusione del processo a 64 bit è la richiesta di un sistema ope- rativo a 64 bit, il quale a sua vol- ta deve essere ottimizzato per la CPU. L'Athlon 64 FX ha una fre- quenza operativa di 2,2 GHz, contiene milioni di transi- stor assemblati con un proces- so di fabbricazione a 0,13 mi- cron in tecnologia Soi Silicon On Insulatof.

Indice Completo COMPUTER IDEA

I chip Soi hanno uno strato di materiale isolante che separa i transistor dal substrato di sili- cio, lo strato annulla le capacità parassite e impedisce la di- spersione della corrente del transistor migliorando la qua- lità del segnale. I vantaggi apportati dalla tec- nologia Soi sono un migliora- mento delle prestazioni stima- bili dal 20 al 30 per cento e una riduzione del calore generato durante il funzionamento. L'involucro package in ma- teriale ceramico ha piedini e quindi ha richiesto la realiz- zazione di un nuovo socket, compatibile con l'Opteron ma incompatibile con l'Athlon Da menzionare che l'Athlon FX richiede me- morie particolari del tipo regi- stered, le quali contengono un registro in cui le informazioni sono ritenute per un ciclo mac- china prima dell'invio.

L'accorgimento consente un trasferimento più affidabile e riduce la probabilità di errori, e per questo motivo le registered si trovano spesso nei server. I bit sono la somma di due canali a 64 bit gestiti da un uni- co controller, non dall'accop- piamento di due controller a 64 bit come avviene nei chipset Nforce. La soluzione del controller integrato offre diversi vantaggi e forse uno svantaggio. Da tener pre- sente che cambiando la tecno- logia di memorie si dovrà sosti- tuire il processore e mother- board e non più la sola scheda madre.

Stessa configura- zione per il Pentium 4 di Intel, montato sulla scheda di Intel con chipset Abbiamo eseguito diversi te- st con applicazioni a 32 bit in ambiente a 32 e 64 bit per veri- ficare se effettivamente non av- venisse un decadimento di pre- stazioni come dichiarato da AMD. La risposta è positiva, i due benchmark sintetici PCMark e Sandra non hanno mo- strato grosse differenze tra i due ambienti.

In alcuni test la differenza di prestazioni tra gli ambienti a 32 e 64 bit sulla piattaforma AMD è notevole, nelle codifiche e decodifiche con gli algoritmi RC4, RSA, Tri- ple DES e AES l'elaborazio- ne in ambiente a 64 bit è avve- nuta in media tre volte più ve- locemente. Un guadagno con- sistente c'è stato anche nel te- st di encoding di un filmato vi- deo. Qui l'FX stac- ca in modo netto il Pentium 4 nonostante la minore frequen- za di funzionamento.

In ambiente a 64 bit il SY- Smark non ha funzionato. Nell'encoding del nostro file vi- deo di riferimento invece l'AMD è sempre in vantaggio, sia nell'esecuzione a 32 che a 64 bit. La piattaforma hardware è dunque disponibile e le pre- stazioni in 32 bit sono in molti casi migliori del Pentium 4 a 3,2 GHz.

La palla ora passa ai pro- duttori di software, Microsoft in prima fila, che permetteran- no un'adozione più o meno ra- pida dell'architettura a 64 bit nel corso del Un sistema di cifratura a blocchi. I dati sono riuniti a gruppi di 64 bit e cifrati con una chiave a 56 bit a cui viene aggiunto un bit per il controllo dell'errore.

Il DES opera una serie ripetuta di trasposizioni e scambi di bit Triple-DES: Applicazione del DES ripetuta tre volte RSA: Un algoritmo di crittografia a chiave asimmetrica che si basa sull'utilizzo di numeri primi molto grandi, centinaia di cifre, per generare una delle chiavi e sulla difficoltà nella determinazione dei fattori primi che hanno generato la chiave. L'RSA è molto sicuro ma la sua applicazione richiede una notevole potenza elaborativa RC4: Un sistema di cifratura a flusso.

RC4 si basa essenzialmente sull'applicazione di un'operazione OR esclusiva tra il flusso dei dati e il numero fornito da un generatore di numeri pseudocasuale AES: Advanced Encryption Standard. Lasciamo da parte un attimo il mondo informatico e facciamo un breve excursus sui termini della ricezione satel- litare.

Common Interface è uno standard universale, utilizzato da tutti i decoder non "proprie- tari". Dispo- ne invece di connettore passan- te LNB, per collegare un deco- der esterno alla stessa parabo- la, e di telecomando. Peccato che il ricevitore a infrarossi va- da collegato a una porta seriale, standard obsoleto e assente in molti computer recenti. Sky Italia nel PC Abbiamo inserito la scheda Pinnacle in uno slot PCI, instal- lato il software e lanciato la sin- tonia automatica selezionando il gruppo satellitare HotBird il software supporta parabole motorizzate, e sino a 4 illumina- tori : la scheda ha sintonizzato i circa canali disponibili, tra i quali risultavano ovviamente vi- sibili solo quelli in chiaro.

È pos- sibile anche vedere film e parti- te acquistate in Pay-per-View. Tra le funzioni aggiuntive, notiamo l'acquisi- zione di fotogrammi ad alta ri- soluzione, l'esplorazione canali tramite 49 miniature, ed il tele- video "WebText", che integra il televideo con informazioni da Internet. La videoregistrazione in MPEG-2 è un vero punto forte di questa scheda: la qualità è otti- Utilizzo consigliato È una scheda adatta a ricevere i canali in chiaro e quelli criptati, tramite CAM da inserire nell'apposito slot, ed è una delle poche schede per PC in grado di ricevere i programmi di Sky Italia La qualità dell'immagine è eccellente, ma la stabilità con i canali più deboli è nettamente inferiore ad un decoder da tavolo Pro - Supporto CAM Common Interface - Possibilità visione Sky Italia Contro - Bassa stabilità immagine con i canali più deboli - Mancanza ingressi video -Telecomando richiede porta seriale ma, praticamente indistinguibi- le dalla trasmissione originale, e perfettamente fluida.

L'occupa- zione disco è ovviamente eleva- ta, circa MB per ogni 10 mi- nuti di registrazione. Ci si muo- ve all'interno delle registrazioni tramite un comodo cursore.

So- no supportate la registrazione tramite timer, ed il "Time Shift" per vedere l'inizio di un pro- gramma mentre ne stiamo an- cora registrando la fine. L'unico vero difetto di questa scheda è una stabilità con i canali dal se- gnale più debole nettamente in- feriore a quella di un decoder da tavolo, con tendenza a salti e quadrettature dell'immagine. Peccato, perché la qualità im- magine con i canali corretta- mente visualizzati è eccellente. Buoni i prezzi Negli ultimi mesi abbiamo dedicato molto spazio ai notebook con piattaforma Centrino di Intel, essendo la novità tecnologica del momen- to.

Il prodotto di punta è l'Ath- lon XP in formato mobile. Co- me potrete notare dalla scheda tecnica dei tre sistemi provati, alla voce CPU non appare la ca- pacità in GHz ma solo un nu- mero. Questo valore ci aiuta a comprendere velocità che ca- ratterizza il processore. Questo conteggio va- le ugualmente per i processori desktop. Nei notebook, in- vece, c'è una netta differenza di prestazioni tra i modelli AMD e quelli di nuova generazione di Intel.

Paragonando i risultati, otte- nuti con Mobile Mark, di questi tre sistemi con altrettanti Intel possiamo notare che il valore ottenuto dai primi non supera i punti. I portatili con Cen- trino frequenza di clock pari a 1,6 GHz raggiungono anche i punti. Anche i risultati dell'autono- mia della batteria sono inferio- ri alle aspettative.

AMD integra in tutte le proprie CPU mobile il supporto PowerNow che per- mette di modificare la frequen- za di funzionamento a seconda dell'utilizzo richiesto. In questo modo si dovrebbero risparmia- re minuti preziosi di autono- mia. Nessuna batteria raggiunge le tre ore di autonomia. I primi modelli hanno prezzi che oscillano tra i 1. I portati- li con integrata la piattaforma Centrino superano, invece, di gran lunga i 2.

La procedura, che consigliamo di fare, dura circa 8 ore Acer Aspire LIVI La nuova linea di notebook Acer è decisamente indirizzata a una clientela che non cerca un notebook ultra portatile. Le dimensioni e il peso di questo Aspire LM potrebbero indurci a definirlo un desktop replacement.

Inoltre il comparto video non permette di utilizzare questo sistema con alcuni giochi tridimensionali e "pesanti". Anche l'autonomia della batteria non è da sottolineare, raggiungendo solo le 2 ore e 20 con il settaggio Max Performance. Questo portatile testato rispecchia fedelmente il posizionamento dell'azienda americana.

Infatti con solo 1. Inoltre, per tutti gli utenti mobile, in movimento, viene anche fornita una connessione Wi-Fi Peccato per le prestazioni ottenute con i benchmark.

Da segnalare la possibilità di disabilitare il touch pad premendo un unico tasto. In questo modo potremo utilizzare la tastiera comodamente senza il rischio di premere inavvertitamente il dispositivo durante la scrittura, ad esempio, di un testo.

Prima dell'acquisto considerate anche la possibilità di estendere la garanzia. In questo modo non dovremo dotare il notebook di un card reader esterno per trasferire, ad esempio, le foto scattate con una fotocamera digitale. Purtroppo ci hanno deluso, come negli altri due portatili, le prestazioni velocistiche. Il valore Performance Rating è stato il peggiore della prova con solo 64 punti e l'autonomia della capiente batteria è stata di solo minuti. Buona la dotazione software inclusa.

X10 Xtra Software aggiornato e più effetti Stesso hardware ma rinnovo gratuito dei driver e dei plug-in. I nuovi software comprendono Sonic DVDit!

X10 e la RT. X, che a se- guito degli update dei driver in questo caso una vera a pro- pria suite di plug-in possono essere trasformate rispettiva- mente in RT. X10 Xtra e RT. X Xtreme. L'operazione, costi del download a parte, è completa- mente gratuita, basta collegar- si al sito Web Matrox.

Per ora focalizziamo l'atten- zione sulla "piccola" delle due. La RT. Ancora più effetti in RT Una volta installati Premiere e i driver Matrox, si possono immediatamente provare le nu- merose combinazioni di effetti video digitali che la scheda permette di applicare in tempo reale.

Senza aspettare i tradi- zionali tempi per il rendering per la piccola Matrox 1 Caratteristiche tecniche Produttore: Matrox Effetti simultanei in RT: 11 Sito: www. E se la complessità del- l'elaborazione è tale da non consentire il Real Time, il mo- tore Matrox Turbo DV, permet- te comunque una sensibile ac- celerazione affiancando il pro- cessore nei calcoli richiesti dal software.

La dotazione di effetti della precedente RT. X10, piuttosto caren- te in ambito tridimen- sionale, si arricchisce di quattro categorie 3D: cubes, spheres, parti- cles e tiles. Tutte visua- lizzabili in tempo reale e importanti per un buon montaggio, soprattutto se si desidera confezio- nare un filmato movi- mentato e dallo spicca- to tocco creativo. Come le restanti, anche que- reale ste transizioni sono completa- mente personalizzabili e gesti- bili attraverso keyframe.

Più godibile anche senza Premiere Il programma Adobe resta lo spazio principale dove sfrutta- re le caratteristiche della RT. X10 Xtra. Per cominciare, a nostro pare- re, è impagabile la possibilità di avere il segnale video attivo in uscita dal box di collegamento dove, ad esempio, è collegato un monitor TV durante l'authoring DVD.

Con Sonic DV- Dit! La cattura di foto- grammi singoli e l'acquisizione Single Pass. Qualche neo resta La lacuna principale è la mancanza del chip per la ge- stione hardware della codifica e decodifica dei filmati in for- mato MPEG. Infine, se non desiderate la- sciare il cavo IEEE sempre collegato alla scheda, risulterà un po' fastidioso dover tastare ogni volta il retro del PC alla ri- cerca della porta firewire.

Il suggerimento per Matrox è quello di duplicarla nel box esterno delle connessioni. Da qualche tempo sono apparse sul mercato unità compatte e leggere basa- te su questi dischi di piccolo formato racchiusi in un conte- nitore di plastica o metallo, col- legabili al computer tramite in- terfaccia USB o firewire.

La maggior parte hanno ca- pacità comprese tra i 20 e i 60 GB ma senza dubbio saranno di- sponibili a breve modelli con capacità superiori. Sono ideali per la memorizzazione di dati confidenziali, o per il salvatag- gio di grandi quantità di infor- mazioni per le quali le capacità attuali dei pen disk USB e dei CD sono insufficienti. Tranne qual- che eccezione, vedi il modello di Freecom, non richiedono un alimentazione supplementare, è la stessa porta di connessione a fornirla.

Millennium, e XP riconoscono il dispo- sitivo e lo configurano automa- ticamente. Il rapporto tra prezzo e ca- pacità è ottimo per una perife- rica rimovibile grazie all'impie- go di un componente standard come il disco da 2,5", presente in tutti i notebook e che quindi beneficia della riduzione dei co- sti dovuta alla produzione di massa. I kit per costruirlo da soli Un altro vantaggio di questa scelta è l'eredità di tutte le tec- nologie sviluppate per la pro- tezione della superficie del di- sco rigido.

Un punto vitale questo in un disco per portati- li, sottoposto a urti e vibrazio- ni durante il trasporto e a volte anche nel funzionamento. In generale consistono di una maggiore protezione agli urti e del parcheggio delle te- stine in un'area di sicurezza nei momenti di inattività e allo spe- gnimento del disco.

Oltre alle soluzioni complete esistono in commercio dei kit che permet- tono di costruire un'unità di memorizzazione rimovibile uti- lizzando un disco fisso di un qualsiasi produttore. I kit sono composti di solito da un telaio contenente l'elettronica per l'interfaccia USB o firewire, o tutte e due, cavi di collegamen- to, driver e il manuale di istru- zioni.

Il prezzo è assai variabile e dipende dal materiale usato per l'involucro, dalla presenza di una o due interfacce e dei re- lativi cavi, dalla quantità di do- cumentazione e driver forniti e dal tipo di interfaccia, USB 1. A questa cifra va naturalmente aggiunto il prezzo del disco. Il Freecom FHD-2 ricava l'alimentazione necessaria per il funzionamento dalla connessione, tuttavia con i computer utilizzati per le prove abbiamo dovuto sempre ricorrere all'alimentatore compreso nella dotazione.

In questo caso l'unità va accesa tramite un pulsante sul lato destro del corpo. Il pulsante è protetto per evitare le accensioni accidentali.

Probabilmente l'FHD-2 ha un consumo maggiore rispetto all'Handy Drive di Fujitsu e al kit Seagate-Apricorn, i quali hanno funzionato senza necessità di alimentazione supplementare, a causa della presenza dell'elettronica di controllo di due interfacce anziché una sola.

Il disco fisso Toshiba da 4. Sull'unità sono presenti due spie ma solo una è attiva. Di colore azzurro intenso segnala la presenza dell'alimentazione il trasferimento dei dati. In dotazione è fornito il Fujitsu HandvData L'HandyData di Fujitsu ha in dotazione una comoda custodia in similpelle contenente l'unità, un cavo di collegamento USB più un altro cavo per collegarsi a due porte USB nel caso la corrente fornita da una sola porta non sia sufficiente per il funzionamento, un mini CD con i driver e i manuali.

Il prezzo consigliato al pubblico è di euro IVA compresa, ottimo considerando il livello qualitativo e la dotazione. La fonte di alimentazione è selezionabile tramite un interruttore situato nella parte posteriore dell'unità.

Il disco ha una velocità di rotazione di 4. Le prestazioni in lettura e scrittura sono nel complesso buone. La connessione USB è del tipo 2. Sotto il logo trasparente nella parte superiore del coperchio c'è un LED di colore blu che si accende quando si connette l'unità alla porta USB e lampeggia durante il trasferimento dei dati.

Seagate Momentus Questa periferica non si trova sui canali di vendita. Seagate ci ha fornito un esemplare del suo primo disco fisso Momentus da 2,5" STA per portatili, insieme a un box di Apricorn www. Data la novità e le politiche di vendita, Seagate non ha ancora stabilito il prezzo del disco al pubblico, abbiamo ipotizzato una cifra oscillante intorno ai euro.

A questi vanno aggiunti i circa 80 euro del box esterno. Il Momentus è un disco a 5. Sono questi i due punti che fanno ottenere al disco i migliori risultati nelle prove. Un altro pregio del disco è il basso consumo, Seagate afferma che è pari a quello di un disco da 4. È silenzioso grazie alla presenza dell'efficiente sistema SoftSonic, il quale utilizza per il supporto dell'albero motore un fluido viscoso al posto dei cuscinetti.

La dotazione dei cavi è completa due cavi per le porte USB e firewire e un cavo firewire con un connettore in formato mini come quelli che si trovano sulle videocamere. Il manuale su CD è in italiano. Il manuale in italiano contiene informazioni esaurienti sulla procedura di installazione e sulla risoluzione dei problemi in cui si incorre.

Per chi ne avesse la necessità citiamo infine l'HandyVideo, una versione con porta firewire velocità di Mbps. Difficile comunque che vi si debba ricorrere, abbiamo provato a collegare il kit a diversi computer anche non recenti senza riscontrare problemi.

E visto che nei portatili non è possibile montare schede audio PCI, ecco che ci si trova in un vicolo cieco: a differenza di altre caratteristiche, espandibi- li per esempio collegando un monitor, una tastiera, un mou- se, o un masterizzatore esterni, la sezione audio è immodifica- bile. Questo ha portato grossi problemi a chi utilizza il note- book anche a casa e desidera vedere film con audio multica- nale, registrare brani su disco ri- gido, usare programmi musica- li o ascoltare musica in alta qua- lità.

Per tutte queste esigenze, sta nascendo una nuova tipologia di schede audio, esterne e col- legabili ai PC tramite porta USB. La capostipite è stata lo scorso anno la Extigy di Creative, e ora stiamo testando la seconda ge- nerazione. Questi prodotti per- mettono di dotare il proprio portatile di audio di buona qua- lità, di tutte le connessioni ana- logiche e digitali, di caratteristi- che audio avanzate, con il van- taggio di poter essere scollegati e spostati su un altro computer, anche desktop, con la massima comodità.

Questi prodotti pos- sono in effetti essere utili anche a chi ha un desktop: oggi le schede madri dispongono sem- pre più spesso di sezione audio integrata, per cui in molti PC di fascia bassa non troveremo la scheda audio, e il sonoro sarà di qualità mediocre.

I tre prodotti in prova: compattezza e qualità La Extigy di Creative ha di- mostrato che è possibile rag- giungere ottimi risultati con schede audio esterne USB, ma ha lo svantaggio di dimensioni non compatte. Per questo Crea- tive ha realizzato la nuova Au- digy 2 NX, grande come un por- tafoglio e spessa due centimetri e mezzo, ma in grado di cam- pionare in analogico o digitale a 24 bit e 96 KHz, di riprodurre un DVD Audio, di gestire sistemi si- no a 7.

A questo modello Philips con- trappone la propria soluzione portatile, la Aurilium 5. È dunque adatta ad essere portata con sé assieme al notebook, peccato che richieda alimentazione elettrica, il che limita l'utilizzo a luoghi dotati di prese di corrente. È dotata anche di telecomando. Il modulo NX condivide buona parte delle eccellenti caratteristiche della scheda ZS: uscite 7.

È compatibile solo con Windows o XP. Per gli esperti ci sono mixer, Eq a 10 bande, ma il bello sono le funzioni automatizzate: QRumble miglioramento bassi con casse economiche , QSizzle miglioramento Mp3 , e soprattutto QXpander, che crea effetti audio 3D 5.

PC Open gjil Novembre open labs anteprime hardware o desktop con audio integrato. Portale Aziende. Portale Elettrotecnica.

ITALIANI CHE USANO QUESTO PROGRAMMA

Portale Francia. Portale Informatica. Portale Telefonia. Categorie : Aziende quotate presso Euronext Aziende fondate nel Aziende informatiche Produttori di telefoni cellulari Produttori hardware francesi. Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra.

Namespace Voce Discussione. Visite Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. In altri progetti Wikimedia Commons.


Articoli simili:

Categorie post:   Software
  • By Ricci